Site Loader

.Bruxelles 06.December.2020

La mattina e’ nuvolosa.

No, decisamente e’ solo grigia.

Come puo’ essere nei cieli dell’Europa centrale quando Dicembre non ha ancora deciso cosa fare. 

Freddo non e’. Ma neppure tiepida e’ l’aria.

Non piove. Non nevica.


Non ci sono nuvole che puoi distinguere, ma solo un manto grigio che sembra fermo sulla tua testa per giorni, alle volte, settimane.

Sono questi i momenti che senti che stiamo vivendo un tempo che sta diventando infinito sotto le “restrizioni COVID-19”. 

Con il tempo libero da dedicare ad altro, sto controllando le oltre 20.000 foto che ho fatto con la mia fotocamera durante i miei viaggi nella mia vita passata. 

In London, Soho – photo by @massimousaiphotos to buy press here

Mi manca il viaggiare. 

Il viaggio apre la proverbiale finestra su esperienze che non esistono nel mondo online bidimensionale. 

Per quanto i luoghi incuriosiscano, è il coinvolgimento della gente del posto che mi ispira a essere un fotografo, a scrivere ed essere una persona migliore. 

Il viaggio mi collega al mondo.

Ogni viaggio inizia con una valanga di emozioni, vedendo i collegamenti tra le antiche civiltà e il nostro attuale Mondo. 

Viaggiare apre nuovi tipi di domande a cui rispondere, persone e culture da sperimentare e storie da raccontare.

Un giorno tornerà il modo di viaggiare.

Sentirsi sicuri per se stessi e non mettere a rischio la vita della gente.

Dei propri cari, ma anche di coloro che solo ci indica la strada verso l’hotel.

Un anno fa viaggiavo su è giù per l’Europa, vedevo gente, musei, nuovi luoghi e scambiavo parole con persone occasionali.

Un anno è un periodo lungo.

Non dico che è stato tempo perso, non posso dirlo perché’ nel frattempo sono cambiato e forse cresciuto al mio interno.

Ma spero al più presto sia possibile nuovamente rivedere amici, parenti e chiunque voglia scambiare una battuta in un caffè nel centro di una qualunque città di questo splendido Mondo.

Come sara’ il viaggiare nel futuro e’ una bella domanda a cui non e’ possibile, per ora, dare una risposta.

By Massimo Usai

LATEST POSTS

Era semplicemente una notte nebbiosa, una strada abbandonata nel passato e un miraggio allo specchio dell’eta’ che avanza.

By Massimo Usai Vi ricordate quel brano tratto dai Fratelli Karamazov di Dostoevskij in cui Alyosha ascolta mentre Ivan recita la poesia sull’incontro tra Gesù e un capo dell’Inquisizione Spagnola?  No?, neanch’io, onestamente, ma dovremmo, giusto? Dovremmo ricordarci di leggere tutti i classici, così come avremmo dovuto guardare tutte e cinque le ore di Das […]

The Joy for the misfortune of the others. A reason to talk about it more and more

By Massimo Usai “To rejoice, to feel pleasure for the harm of others, for the bad luck suffered by others”. This is the meaning of the German word “schadenfreude“. A sort of subtle but extremely pregnant redemption of the malevolent – very malevolent – envy that a “normal” human being who does not know how […]

young woman surfing laptop in kitchen

Il “Nuovo Lavoro” e’ Un’Opportunità’ Per Le Donne. Vediamo come e perche’

By Massimo Usai QUANDO LA PANDEMIA ha colpito di sorpresa il Pianeta all’inizio dello scorso anno, la conseguente quarantena ha costretto la maggior parte delle aziende pubbliche e private, a mandare a casa i propri dipendenti.  Le misure avrebbero dovuto essere temporanee. Così chiunque pensava che fossero. “Qualche settimana, forse un mese, non più di due.” […]

scenic view of sea against sky at sunset

La vita e’ come un viaggio: il ​​dono di non sapere cosa o dove verrà dopo.

By Massimo Usai Lao Tzu, il Padre del taoismo, è uno dei filosofi più quotati nel Mondo dei Social media. Specie da parte di coloro che vogliono darsi un tono diverso dalla massa popolare. Ebbene, non ricordo se su Instagram o su Twitter o su Facebook, qualcuno dei miei amici virtuali ha riportato, alcuni giorni […]

Loading…

Something went wrong. Please refresh the page and/or try again.

Massimo Usai

Leave a Reply

Related Posts More From Author